2018

Torno su questo blog dopo un periodo di inattività davvero lungo. Avere uno spazio tutto mio sul web mi ha sempre aiutato a condurre i momenti difficili su una strada più piacevole, come se scrivere un nuovo post mi aiutasse a non sbandare mentre percorrevo strade incerte e niente affatto illuminate. Avevo scelto di scrivere di ciò che amavo, i libri, e di concentrarmi su una fetta in particolare della letteratura, quella fatta di donne e inchiostro. Stavo bene in questi miei panni da blogger, soprattutto quando ricevevo dei riscontri positivi. Mi lasciavo prendere dall'entusiasmo di far leggere a persone spesso sconosciute le mie opinioni su un nuovo romanzo letto e ogni cosa era davvero più sopportabile.
Di colpo ho abbandonato tutto perché non mi bastava più, o meglio, non riuscivo a trovare consolazione in quel che facevo. La lettura non mi soddisfaceva, ho lasciato sugli scaffali alcuni dei libri che ho sempre desiderato leggere e provavo un senso di nausea nell'aprirli. Per senso del dovere ho letto, ma non ho amato. Avevo la certezza di aver trascorso troppi anni ferma tra scaffali - che possiamo anche chiamare paure - che mi opprimevano e ho semplicemente deciso di liberarmene.
Di fatto, il lungo anno passato tra delusioni, sofferenze e nuove scoperte ha finito per darmi una nuova Mariarca di cui vado ancora più fiera. Se ho trascurato la letteratura, non ho mancato di ampliare altri miei interessi, come il cinema e la musica. Ma soprattutto ho visto spalancarsi di fronte ai miei occhi l'intricato labirinto che conduce agli altri, alle persone. Mi ha fatto bene. Ora sento rinascere in me tutta la passione assopita negli ultimi tempi e capisco che ho bisogno di coraggio per tornare ad affrontarla, un po' timorosa di non saperla più gestire.
Voglio concludere questo post con una citazione dal film Il riccio, tratto dal bestseller L'eleganza del riccio di Muriel Barbery, facendo di essa un po' il mio motto per affrontare questo nuovo anno:

"Inseguire le stelle...non finire come un pesce in una boccia"

2 commenti:

  1. Bella riflessione! In bocca al lupo per tutti i tuoi progetti...vedrai che il 2018 ne porterà tanti!

    RispondiElimina